Il vascello verde ramarro di Pigiama Party

Benvenuto a casa nostra! Questo forum è un luogo
dove si respira aria di amicizia, di sensibilità, di ironia, di cultura .
Se pensi sia il luogo giusto per te, iscriviti e sarai un
nostro nuovo amico..



Il vascello verde ramarro di Pigiama Party


 
IndiceCalendarioFAQCercaGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 La zecchinetta

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Danae
Admin
Admin
avatar

Femminile Messaggi : 2134
Data d'iscrizione : 18.01.10
Età : 57
Località : Caserta
Umore Umore : tiepido

MessaggioTitolo: La zecchinetta   Dom Feb 01, 2015 9:48 am

A Napoli , insieme alla morra, a lotto clandestino, la zecchinetta era il gioco i cui appassionati erano per lo piuù gente di malavita e poichè allora come ora non era possibile adire l'autorità giudiziaria per costringere qualcuno a saldare i debiti di gioco, tra i creditori e i debitori era la causa di litigi, risse ed accoltellamenti.
Questo gioco nella nostra città attecchi' subito grazie alla nascita dell'arte della stampa. L'abitudine di puntare denaro, il fatto che la vincita dipendesse dalla fortuna, e i comportamenti correlati al gioco d’azzardo, provocavano un accanimento tale da indurre chi li praticava a una vita oziosa, incline alla bestemmia, ai furti e alle risse. Il linguaggio scurrile e le parole forti erano comuni tra i giocatori.
E' un gioco che venne introdotto in Italia dai lanzichenecchi nel XVI secolo e da cui prende il nome.
All'inizio si giocava con tre mazzi carte , poi venne giocato con un mazzo italiano di 40 carte. A turno ogni giocatore ricopre il doppio ruolo di banchiere e mazziere.Il banchiere fissa i limiti massimi e minimi per le puntate. "Mmesca, taglia e dispenza" sono le parole famose all'inizio di questo gioco d'azzardo da sempre proibito. Il banchiere fissa i limiti massimi e minimi per le puntate e colloca sul tavolo tre carte scoperte, le prime due per i giocatori e la terza per sé.
I giocatori effettuano delle puntate su ognuna delle successive carte del mazzo, che verranno mostrate, una alla volta, dal banchiere. Se la carta mostrata ha lo stesso valore della carta del banchiere, ognuno dei giocatori riceve da questi una posta pari a quella puntata. Se invece la carta mostrata ha lo stesso valore di quelle dei giocatori, il banchiere raccoglie le relative puntate. Infine, se la carta mostrata ha un valore diverso da tutte le altre in gioco, questa viene posta dal mazziere accanto alle altre in gioco e anche su questa nuova carta si potranno effettuare puntate; le puntate fatte sulle carte non estratte restano in gioco. Se la carta uscita è nuova 'o banchiere dice "chesta è fresca, puntate".


.



Chi ama per gioco se ne pentirà quando per gioco sarà amato (J.Morrison)



Si sbaglia sempre..Si sbaglia per rabbia, per amore, per gelosia..Si sbaglia per imparare.
Imparare a non ripetere mai certi sbagli. Si sbaglia per poter chiedere scusa, per poter ammettere di aver sbagliato. Si sbaglia per crescere e per maturare. Si sbaglia perchè non si è perfetti..(Bob Marley)



.






.
Tornare in alto Andare in basso
http://ilvascello.forumattivo.com
 
La zecchinetta
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Il vascello verde ramarro di Pigiama Party :: Off topic-
Andare verso: