Il vascello verde ramarro di Pigiama Party

Benvenuto a casa nostra! Questo forum è un luogo
dove si respira aria di amicizia, di sensibilità, di ironia, di cultura .
Se pensi sia il luogo giusto per te, iscriviti e sarai un
nostro nuovo amico..



Il vascello verde ramarro di Pigiama Party


 
IndiceCalendarioFAQCercaGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 SA COJA ANTÌGA

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Sorrisina

avatar

Femmina Messaggi : 250
Data d'iscrizione : 19.01.10
Età : 47
Località : Cagliari
Umore Umore : Volubile

MessaggioTitolo: SA COJA ANTÌGA   Dom Set 12, 2010 4:24 pm

Selargius non dista che qualche chilometro da Cagliari; eppure, non ha mai dimenticato le sue origini e antiche tradizioni . Quella de sa coia antiga è stata riscoperta da poco, ma ha mantenuto intatto tutto il suo fascino di festa "di comunità".

Il rito comincia fin dal sabato, con il trasporto del corredo della sposa nella sua nuova casa.

La domenica mattina gli sposi indossano i ricchi abiti tradizionali della cerimonia: finemente lavorati, dai colori vivi ed originali tipici del campidano. A completarli is prendas, i gioielli in filigrana, originariamente dono di nozze dei genitori dello sposo.

Ricevuta s'aratzia, la benedizione dalle madri, il corteo nuziale guidato dal padre dello sposo si sposta verso la casa della sposa (anche lei allo stesso modo benedetta dalla madre), per poi dirigersi verso la chiesa patronale, tra le vie del paese coperte di grano e sale, simbolo di buon auspicio.

Il corteo è spettacolare e coloratissimo, preceduto da carabinieri in alta uniforme e donne in costume. Tengono sul capo cestini di vimini contenenti i pani ed i dolci della festa: is coccois, is pardulas, is papassinas...

Nelle retrovie, i suonatori di launeddas, i gruppi folk provenienti dagli altri paesi, ed il corteo delle traccas (i carri trainati da buoi protagonisti della sagra di S.Efisio), con gli utensili e gli arredi degli sposi...letto incluso!

Giunti in chiesa, si celebra la funzione religiosa vera e propria: tutta in campidanese, il dialetto del sud Sardegna, e conclusa con il rito de "sa cadena". Il marito infila il mignolo della mano destra in un anello, agganciato all'estremità di una catena d'argento che cinge la vita della sposa: saldamente uniti per la vita.

Gli sposi firmano qui le loro "promissas" d'amore; trascritte su pergamena e sigillate, per 25 anni verranno custodite nella vicina chiesa di S.Giuliano, per poter poi essere finalmente riaperte e lette.

Il corteo si sposta ancora verso casa degli sposi, dove le madri (che, come da tradizione, non hanno partecipato alla cerimonia) li attendono per l'ultima benedizione. E' un momento molto suggestivo, con grano e sale versato sul capo dei figli ad augurare "saludi e trigu", salute e ricchezza.

Può così iniziare il grande banchetto, accompagnato da balli e canti tipici.








Torna in alto Andare in basso
juliet
Stordita d.o.c.
Stordita d.o.c.
avatar

Femmina Messaggi : 2143
Data d'iscrizione : 19.01.10
Età : 57
Località : pr. di milano
Umore Umore : felino, vulcanico

MessaggioTitolo: Re: SA COJA ANTÌGA   Dom Set 12, 2010 4:55 pm

sorrisina, vuoi dire ke ogni coppia ke si sposa a selargius lo fa seguendo questa tradizione?
dev essere davvero splendido come matrimonio, sia x i meravigliosi costumi ke x il contesto ke o circonda....è bellissimo anke il fatto di aver riscoperto e cercare di mantenere le tradizioni xkè fanno parte del bagaglio culturale di ogni popolo.
peccato però ke le madri siano escluse dalla cerimonia religiosa....
Torna in alto Andare in basso
Sorrisina

avatar

Femmina Messaggi : 250
Data d'iscrizione : 19.01.10
Età : 47
Località : Cagliari
Umore Umore : Volubile

MessaggioTitolo: Re: SA COJA ANTÌGA   Dom Set 12, 2010 5:04 pm

No Jul...questo tipo di cerimonia oggigiorno viene fatta solo una volta all'anno...la seconda domenica di settembre ( oggi ) e viene scelta una coppia di sposi. Oggi è stato celebrato il rito religioso che ha consacrato il matrimonio di Stefania Ragatzu e Stefano Pitzalis, entrambi selargini.
L’evento si caratterizza per la presenza di un corteo nuziale composto da 1500 persone vestite con gli abiti tradizionali sardi e per a presenza di due coppie ospiti: una proveniente dal Guatemala, l’altra dal comune di Monrupino (TS), ove viene celebrato un rito (le nozze carsiche) analogo al matrimonio selargino.
Torna in alto Andare in basso
juliet
Stordita d.o.c.
Stordita d.o.c.
avatar

Femmina Messaggi : 2143
Data d'iscrizione : 19.01.10
Età : 57
Località : pr. di milano
Umore Umore : felino, vulcanico

MessaggioTitolo: Re: SA COJA ANTÌGA   Dom Set 12, 2010 5:22 pm

solo una volta l anno?
come vengono "prescelti" gli sposi? immagino ke più di una coppia voglia sposarsi in questo modo.
le coppie ospiti sono state introdotte di recente, non credo ke nella tradizione ci siano state, ke significato hanno queste coppie?
Torna in alto Andare in basso
SuonatoreJones

avatar

Maschio Messaggi : 489
Data d'iscrizione : 04.05.10
Età : 57
Località : il mio mondo
Umore Umore : tempestoso

MessaggioTitolo: Re: SA COJA ANTÌGA   Mar Set 14, 2010 2:11 pm

attenta Jul ....... che usano le catene :-) .... era una cosa molto suggestiva .... legata alle tradizioni popolari .... negli ultimi tempi la commercializzazione ha tolto molto dello spirito religioso-pagano che la cerimonia aveva, un bel post su una delle tante usanze della nostra terra antica
Torna in alto Andare in basso
SuonatoreJones

avatar

Maschio Messaggi : 489
Data d'iscrizione : 04.05.10
Età : 57
Località : il mio mondo
Umore Umore : tempestoso

MessaggioTitolo: Re: SA COJA ANTÌGA   Mar Set 14, 2010 2:14 pm

Sorrisina .... le madri rompono anche il piatto .... (simbolicamente rappresenta la perdità della verginità) .... correggimi se sbaglio
Torna in alto Andare in basso
SuonatoreJones

avatar

Maschio Messaggi : 489
Data d'iscrizione : 04.05.10
Età : 57
Località : il mio mondo
Umore Umore : tempestoso

MessaggioTitolo: Re: SA COJA ANTÌGA   Mar Set 14, 2010 2:16 pm

Una radio per te