Il vascello verde ramarro di Pigiama Party

Benvenuto a casa nostra! Questo forum è un luogo
dove si respira aria di amicizia, di sensibilità, di ironia, di cultura .
Se pensi sia il luogo giusto per te, iscriviti e sarai un
nostro nuovo amico..



Il vascello verde ramarro di Pigiama Party


 
IndiceCalendarioFAQCercaGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Giacomino e la sua stella

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
soleazzurro
Moderatore
Moderatore
avatar

Maschile Messaggi : 1448
Data d'iscrizione : 19.01.10
Età : 69
Località : napoli
Umore Umore : direi non male....

MessaggioTitolo: Giacomino e la sua stella   Sab Gen 23, 2010 4:09 pm



Giacomino restava in riva al mare fino a tardi a guardare il sole tuffarsi nell'azzurro e rubare gli ultimi raggi.

Restava anche dopo finchè non arrivava quella stella lumunosa e muta con la quale parlava e cantava.

Si tuffava poi nelle acqua ancora tiepide e nuotava come un delfino, armonioso e felice.

Giacomino era un ragazzo down ma nel mare era libero e forte.

Vestiva moderno come i ragazzi della sua età: jeans e magliette colorate , aveva capelli lunghi come i beatles la cui musica amava più di ogni altra melodia.

Ballava leggero e nel ballo si sentiva come gli altri ragazzi, era un provetto ballerino, anche il valzer per lui non aveva segreti.

Sorrideva a crepapelle alle barzellette che gli altri ragazzi e le ragazze raccontavano con gli occhi amanti dlla vita.

Si commuoveva , Giacomino, a vedere una farfalla volare , balzare da un fiore all'altro ad annusare profumi e vita.

Amava dipingere, certo non era Michelangelo, ma nei suoi colori ritrovavi il suo animo: chiesette con tante finestre , case con fiori ai balconi e sempre un grande sole , il mare e al sua stella.

Quella stella era la sua compagna di sogni, la sua amante segreta, lei conosceva tutti i suoi dolori , le sue ansie, i suoi sorrisi.

A volte , mentre sedeva in riva al mare mentre mirava l'onda che viene e che va e le melodie che da esse fluivano lenti e lievi nell'aria, a volte Giacomino recitava una poesia.

La recitava alla sua stella , e quando le nuvole coprivano il luccicare di essa, Giacomino non distoglieva lo sguardo dal cielo finchè non riappariva di nuovo e lo baciasse sulle guance.

Ed eccolo di nuovo a recitare versi alla sua stella che sembra fuggire veloce.

E' il momento in cui Giacomino si tuffa nell'acqua e ne sente solo tepore e nell'acqua porta la sua stella.

Nuota fin dove può, finquando non sente le forze mancargli , nuota verso l'orizzonte sulla via illuminata dalla luna.




Quella sera alla Lega navale , Giacomino, arrivò in anticipo, c'era la solita festa delo sabato sera, avrebbe danzato, sorriso, avrebbe ascoltato le barzellette, avrebbe guardato e scrutato l'animo dei suoi amici ed amiche.

Era contento quella sera Giacomino con al sua giacca bianca con fronzoli stile far western.

Le persone arrivavano alla spicciolata, ragazzi e ragazze eleganti e pieni di vita.

Faceva caldo ma la brezza marina rinfrescava e dava sollievo, il cielo era ricco di stelle e la luna tagliata come una fetta di cocomero.

Giacomino salutava ogni amico che arrivava, per tutti un sorriso ed un abbraccio.

La musica parte, Giacomino si lancia nelle sfenate danze , lui aveva la musica nel sangue, un sangue caldo come l'amore che provava per tutti e tutto.

Tutti lo osservavano e lo scrutavano ammirandolo e chiedendosi come fosse possibile.




Quando comparve lei, Giacomino smise di ballare e si rifuggiò in un angolo , solo.

La guardava con occhioni grandi ed ammirati, guardava quei suoi occhi profondi di un nero intenso ed i capelli di seta castani e lunghi fin sulle spalle, un vestito rosa da fiaba che non nascondeva un corpo meravigliosamente desiderato.

Giacomino si perde in quell'oceano di grazia e bellezza , di leggiadria e di promesse di sogni infiniti.

E' come una fata, così la vedeva Giacomino, una fata, la fata dei suoi sogni, la fata dei suoi sospiri alla sua stella.

Giacomino aveva sempre parlato con tutte le ragazze, ballato con loro, scherzato , le aveva amate tutte di un amore puro e grande.

Ma questa volta la timidezza lo imprigionò.

Era irrequieto nei suoi desideri più intimi , era irrequieto, queata volta era doverso dalle altre volte, quella ragazza era come la sua stella, ma con lei non riusciva a parlare, nemmeno l'avvicinava, si accortocciava in un angolino e non rideva più.

Si irrigidiva , diventava una statua di sale, si immobilizzava , la lingua era diventata secca, gli occhi non ridenti, le mani sudate.

Non aveva mai visto uan simile bellezza, mai aveva provato quel sentimento di inquietudine e tristezza , mai si era sentito così inadeguato e non accettato, il suo handicap gli si presentò con drammatica realtà.

Si chiedeva se fosse un sogno, se quella fata fosse vera, se quella creatura poteva mai interessarsi a lui.

Aveva paura , oraa , di tutto, di se stesso, di svegliarsi da un sogno troppo bello, temeva che toccandola potesse sparire come una nuvola la soffio del vento.

Quanto avrebbe voluto avere il coraggio di invitarla a ballare, parlare con lei, guardarla negli occhi, ridere con lei, raccontarle le favole e declamare le poesie che ogni sera cantava alla sua stella.

Avrebbe voluto carpire i suoi segreti, le sue emozioni, i suoi sogni delicati, i desideri , gli sarebbe bastato anche solo ascoltare la sua voce.


Un fremito di rabbia scosse il suo corpo, avrebbe voluto gridare al mondo i suoi perchè, avrebbe voluto diventare blasfemo contro quella natura che si era accanito sul suo corpo e sulla sua psiche.


si guardava allo specchio e si odiava, quella sera Giacomino.

Poi non capì più niente e lasciò che la mano di lei lo invitasse.

Ballava ma teneva gli occhi bassi con desolazione ed i suoi pensieri erano solo di malinconica tristezza.

Le luci calarono , la musica diventò melodica , Giacomino chiouse gli occhi e li riempì di sogni, alzò il viso e si rispecchiò negli occhi di lei, Gabriella.

Restò come sospeso nel suo sguardo, sospeso tra sogno fatato e realtà .

Non c'era mondo intorno a Giacomino, danzava in un estasi ottundente e sognava.

Il suo mondo , tutto il mondo era racchiuso in quei due corpi, nel calore che avvertiva stringendosi a lei , erano briciole di vita eppure era vita.

La musica lentamente morì e con essa svanì l'incantesimo ed il sogno, lei sorrideva ancora, ma Giacomino era altrove.

Continuò a guardare Garbriella, bella come una fata, che si allontanava, ancora sentiva il calore del suo corpo, ancora annusava a piene narici quel profumo unico ed indimenticabile, la seguì come un sogno che non intendi lasciare andare via.

Poi lentamente si avviò verso la sua spiaggia, verso la sua stella.

Guardò il mare, recitò la più bella delle sue poesie e mentre una lacrima gli scendeva sulle guance , vide la sua stella staccarsi dalle altre, la seguì con lo sguardo e la vide tuffarsi nel mare silente e calmo, la vide perdersi tra le onde mute.

Giacomino espresse un desiderio.

Lasciò, poi la sua giacca con le frange western sulla spiaggia insieme ai suoi jeans nuovi e , si avviò pian piano, lentamente, verso le onde, entrò in acqua , era tiepida come sempre, camminò un pochino, poi si fermò a guardare le altre stelle che non erano lucenti come la sua, si tuffò.

Si tuffò e cominciò a nuotare andando incontro all'orizzonte verso la stella caduta e perduta nel mare.

" cercava la sua stella ", dirà poi un'anziana signora che che stava in riva al mare ,e lo aveva visto, cercava la sua fortuna, nessuno lo avrebbe potuto fermare.

La notte era dolce e una leggera brezza suonava le melodie della natura.

In cielo ancora la luna e le stelle che piangono invano, una luna tagliata come una fetta di cocomero con milioni di stelle , tutte meno quella di Giacomino.



Ultima modifica di soleazzurro il Dom Mag 16, 2010 1:09 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
juliet
Stordita d.o.c.
Stordita d.o.c.
avatar

Femminile Messaggi : 2143
Data d'iscrizione : 19.01.10
Età : 56
Località : pr. di milano
Umore Umore : felino, vulcanico

MessaggioTitolo: Re: Giacomino e la sua stella   Sab Gen 23, 2010 7:23 pm

mi ha commosso ancora la storia di giacomino anke se non so se è una storia vera o una favola!
voglio pensare ke sia vera, così giacomino ora è seduto su quella fetta di luna ke lo culla dolcemente abbracciato alla sua stella , mentre le altre brillano nel buio.
dov è ora giacomino, nessuno è diverso dall altro.
Tornare in alto Andare in basso
Enim
MM
MM
avatar

Maschile Messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 19.01.10
Età : 57
Località : prov. di Napoli
Umore Umore : ..............

MessaggioTitolo: Re: Giacomino e la sua stella   Sab Gen 23, 2010 7:30 pm

una bella storia... commovente e che fa riflettere....
spesso abbiamo più di quanto crediamo di avere e, non rendendocene conto, non lo apprezziamo......


Enim
Tornare in alto Andare in basso
soleazzurro
Moderatore
Moderatore
avatar

Maschile Messaggi : 1448
Data d'iscrizione : 19.01.10
Età : 69
Località : napoli
Umore Umore : direi non male....

MessaggioTitolo: Re: Giacomino e la sua stella   Sab Gen 23, 2010 7:48 pm

E'ì una storia vera, ovviamente rivista e ripensata.
Tornare in alto Andare in basso
Danae
Admin
Admin
avatar

Femminile Messaggi : 2134
Data d'iscrizione : 18.01.10
Età : 57
Località : Caserta
Umore Umore : tiepido

MessaggioTitolo: Re: Giacomino e la sua stella   Mar Gen 26, 2010 3:13 am

Hermes



Numero di messaggi: 903
Località: romano abusivo
Umore: irriverente
Hobby: policeman
Data d'iscrizione: 16.02.09










Oggetto: Re: Giacomino e la sua stella Sab 17 Ott - 18:56

che era scesa fra gli uomini, a sentire il profumo di giacomino, a guardarlo nel dolce lago dei suoi occhi, a sentirne il calore della pelle, mai avrebbe pensato di essere abbandonata, li, in mezzo a tanti uomini, lasciata in pianta da giacomino, che non capiva, non voleva capire, non poteva capire che una stella era venuta per lui.
non torno' piu' in cielo ora che giacomino aveva abbandonato lei e la vita.





Juliet
Cavrones d.o.c.



Numero di messaggi: 3354
Località: prov. milano
Umore: felino, vulcanico
Hobby: vari
Data d'iscrizione: 25.12.08










Oggetto: Re: Giacomino e la sua stella Sab 17 Ott - 19:11

beh sole non so se è un racconto di pura fantasia o se c è alla base una storia vera, è comunque bellissima.......ma le lacrime ke mi stanno scendendo ti assicuro sono bagnate e calde.
tramite il volontariato ho spesso a ke fare con ragazzi e adulti...sia donw ke portatori di altre disabilità mentali....
posso dire ke le persone down hanno una dolcezza unica......sia da bimbi, quando prendendoli in braccio ti si stringono al collo e ti stampano un bacio...molto umido sulla guancia, sia quando ti regalano un sorriso sdentato......un dolcezza ke non perdono nemmeno da adulti, qundo tu.....dopo un ora ke ci parli x convincerli di qualcosa ke è sbagliato...magari con un tono di voce più secco.....
loro ti abbraccino e ti dicono......ma non sei arrabbiata con me vero? li ti sciogli come un gelato nel microonde.
ti si stringe il cuore quando skerzando sul vari/e fidanzati/e ti dicono ke loro possono amare solo quelli ke hanno un "coso" in più......lo stesso ke hanno loro,
ti si stringe il cuore quando ti parlano della loro diversità.
mentre i portatori delle altre disabilità.....non se ne rendono conto......moltissime di
queste persone si.......e te lo dicono col candore e la sensibilità ke lo distingue.
ti lasciano ......disarmata!
_________________






Danae
Admin



Numero di messaggi: 4241
Località: Caserta
Umore: Ascendente
Hobby: Antiquariato, fotografia, pittura su vetro, ristrutturazione, arredamento d'interni,mostre
Data d'iscrizione: 04.11.08










Oggetto: Re: Giacomino e la sua stella Sab 17 Ott - 19:37

Juliet si è posta la mia stessa domanda..
Se fosse un racconto di fantasia, se lo avessi scritto tu o chi, o se rispecchiasse una storia vera..
In ogni caso è una storia bellissima nella sua tristezza e scritta in maniera accattivante.
Io non ho mai avuto a che fare con bambini o adulti down, ma mi fido di ciò che leggo, di ciò che sento, di chi racconta della loro straordinarietà.
Sono creature sensibili e intelligenti solo un pò più lenti degli altri....La diversità sta soprattutto nei nostri occhi..
Spero che Giacomino abbia trovato la sua stella...e su quella stella si possa essere sentito identico agli altri...anche se sicuramente nei sentimenti era già migliore
_________________
.






Ad un tramonto segue sempre un'alba.....


.





Soleazzurro
Moderatore



Numero di messaggi: 3342
Località: napoli
Umore: non c'è male stasera ...grazie
Hobby: micologia e filatelia
Data d'iscrizione: 07.11.08










Oggetto: Re: Giacomino e la sua stella Sab 17 Ott - 19:45

vi ringrazio , non è una mia fantasia , è una storia di almeno 40 anni fa , ed è vera.
Certamente vi ho dato una mia interpetrazione personale ma la tragicità dell'evento mi avrebbe accompaganto per sempre come se mi sentissi in colpa e dovessi porre riparo.
Non conoscevo il nome del ragazzo nè il ragazzino ( credo 15-16 anni ) ma quella sera ero anche io alla lega navale di un piccolo paesino di villeggiatura della zona puteolana, ero per divertirmi e fare " acchiappanze" come tutti e forse come tutti non capimmo che c'era un ragzzino che rideva ma le sue risate non erano altro che lacrime di dolore.
Non era mia intenzione postarlo, poi leggendo il post di Her circa " la natura " e le diversità mi è venuto spontaneo farlo come atto di omaggio ad un ragazzino che cercava una stella per sentirsi come gli altri.
Lo ho scritto di getto senza correggerlo e chiedo scusa di errori di qualsiasi natura.
_________________

La vita è un pendolo che oscilla tra la noia ed il dolore. Arthur Schopenhauer






Hermes



Numero di messaggi: 903
Località: romano abusivo
Umore: irriverente
Hobby: policeman
Data d'iscrizione: 16.02.09










Oggetto: Re: Giacomino e la sua stella Sab 17 Ott - 20:24

sole, spesso metto le vele sottovento, ed in parte l'ho dimostrato col precedente post, che pero' non voleva essere assolutamente irrispettoso nei confronti del nostro ragazzo, se lo è stato, se lo sono stato, chiedo scusa.
ma di quale post parli? se è quello che ho assiduamente trattato questi giorni, perdonami, ma non vedo il legame.





Juliet
Cavrones d.o.c.



Numero di messaggi: 3354
Località: prov. milano
Umore: felino, vulcanico
Hobby: vari
Data d'iscrizione: 25.12.08










Oggetto: Re: Giacomino e la sua stella Sab 17 Ott - 20:30

io sole non sapevo se potesse essere vera o no, però un fondo di verità c era almeno x me....x questo ti ho detto ke molti di loro sono consapevoli della loro diversità tanto da parlarne loro stessi.

non ho parole x dirti di quanto bello sia il modo in cui l hai faccontato,
com è bellissima la conclusione fatta da her.
_________________






Soleazzurro
Moderatore



Numero di messaggi: 3342
Località: napoli
Umore: non c'è male stasera ...grazie
Hobby: micologia e filatelia
Data d'iscrizione: 07.11.08










Oggetto: Re: Giacomino e la sua stella Sab 17 Ott - 20:49

bella la conclusione di her , concordo.

Her non equivocarmi....discutendo in quel post , il tuo accenno alla natura mi ha portato a ricordare, niente altro.

IL perchè ad alcuni la natura ( o Dio ) riserva certe brutte sorprese è sempre stato un tema che mi ha molto lasciato perplesso.

Non era una critica verso di te...., ripeto , il tuo accenno alla natura ...mi ha fatto scattare un ricordo.

E le parole di Leopardi mi suonano sempre molto vere...." o natura o natura perchè di tanto inganni i figli tuoi "....forse la natura inganna davvero tutti.
_________________

La vita è un pendolo che oscilla tra la noia ed il dolore. Arthur Schopenhauer




Ultima modifica di Soleazzurro il Dom 18 Ott - 9:25, modificato 1 volta




Soleazzurro
Moderatore



Numero di messaggi: 3342
Località: napoli
Umore: non c'è male stasera ...grazie
Hobby: micologia e filatelia
Data d'iscrizione: 07.11.08










Oggetto: Re: Giacomino e la sua stella Sab 17 Ott - 20:51

Raul Follerau
Signore, insegnaci a non amare soltanto noi stessi,
a non amare soltanto i nostri,
a non amare soltanto quelli ci amano.

Insegnaci a pensare agli altri
e ad amare in primo luogo
quelli che nessuno ama.

Signore facci soffrire
della sofferenza altrui.

Facci la grazia di capire
che ad ogni istante,
mentre noi viviamo una vita troppo felice,
protetta da Te,
ci sono milioni di esseri umani,
che sono pure tuoi figli e nostri fratelli,
che muoiono di fame
senza aver meritato di morire di fame,
che muoiono di freddo
senza aver meritato di morire di freddo.

Signore, abbi pietà di tutti i poveri del mondo.

Abbi pietà dei lebbrosi,
ai quali tu così spesso hai sorriso
quand'eri su questa terra;
pietà dei milioni di lebbrosi,
che tendono verso la tua misericordia
le mani senza dita, le braccia senza mani...

E perdona a noi di averli,
per una irragionevole paura,
abbandonati.

E non permettere più, Signore,
che noi viviamo felici da soli.

Facci sentire
l'angoscia
della miseria universale,
e liberaci da noi stessi.

_________________

La vita è un pendolo che oscilla tra la noia ed il dolore. Arthur Schopenhauer






Hermes



Numero di messaggi: 903
Località: romano abusivo
Umore: irriverente
Hobby: policeman
Data d'iscrizione: 16.02.09










Oggetto: Re: Giacomino e la sua stella Sab 17 Ott - 22:36

non era, nè voleva essere una critica in senso negativo, volevo solo capire. ma me lo hai spiegato dopo aver postato la preghiera poetica di follerau.





Hermes



Numero di messaggi: 903
Località: romano abusivo
Umore: irriverente
Hobby: policeman
Data d'iscrizione: 16.02.09










Oggetto: Re: Giacomino e la sua stella Dom 18 Ott - 0:25

comunque, nel racconto di sole, io volevo dire le cose non sempre hanno un'anima, spesso ne hanno piu' d'una, ma a volte, per pigrizia, per ottusita' o per comodita' ci piace sofermarci a quella che piu' ci garba, quella che piu' ci aspettiamo che sia.

e ammetto che scrivendola ho temuto di far affiorare il mio cinismo, che in una storia come questa, è l'ultimo posto dove farlo affiorare.





Fiordineve
Membro d'oro



Numero di messaggi: 2491
Data d'iscrizione: 06.11.08










Oggetto: Re: Giacomino e la sua stella Dom 18 Ott - 9:20

Ti faccio i miei complimenti Sole sia per il racconto,sia per la preghiera.
I complimenti sono dovuti non tanto al fatto che il racconto è scritto bene ma all'agomento,alla smeplicità delle parole che hai usato per descrivere una storia ricca di sentimento,la dolcezza con cui hai postato una preghiera affinchè ognuno di noi possa riflettere.
Un bacio ed un abbraccio
Oltre ai complimneti aggiungo un grande Grazie.
_________________
Tu chiamale se vuoi..emozioni..!i (Lucio Battisti)





Danae
Admin



Numero di messaggi: 4241
Località: Caserta
Umore: Ascendente
Hobby: Antiquariato, fotografia, pittura su vetro, ristrutturazione, arredamento d'interni,mostre
Data d'iscrizione: 04.11.08










Oggetto: Re: Giacomino e la sua stella Dom 18 Ott - 9:42

E' una bellissima preghiera, Sole. La conoscevo e e mi rendo conto che ogni volta che la leggo mi fa riflettere per poi, ahimè..dimenticarla.
Dovremmo godere di ciò che abbiamo, anche se poco e non disperarci per ciò che ci manca. Quando arriveremo a capire questo forse troveremo la strada della felicità.

Her, non avevo letto la tua conclusione alla storia di Giacomino perchè ho leto il post di Sole e risposto in due momenti diversi, e tu ancora non intervenivi.
Una bella conclusione..senza nessuna ombra di cinismo( a parte che credo non ti appartenga..).
_________________
.






Ad un tramonto segue sempre un'alba.....






.



Chi ama per gioco se ne pentirà quando per gioco sarà amato (J.Morrison)



Si sbaglia sempre..Si sbaglia per rabbia, per amore, per gelosia..Si sbaglia per imparare.
Imparare a non ripetere mai certi sbagli. Si sbaglia per poter chiedere scusa, per poter ammettere di aver sbagliato. Si sbaglia per crescere e per maturare. Si sbaglia perchè non si è perfetti..(Bob Marley)



.






.
Tornare in alto Andare in basso
http://ilvascello.forumattivo.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Giacomino e la sua stella   

Tornare in alto Andare in basso
 
Giacomino e la sua stella
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Chi è Stella?
» Stella Marina
» Stella Swarovski
» Centrino di perline Stella "Olaf"
» Bracciali peyote & ciondolo stella peyote

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Il vascello verde ramarro di Pigiama Party :: C'era una volta-
Andare verso: