Il vascello verde ramarro di Pigiama Party

Benvenuto a casa nostra! Questo forum è un luogo
dove si respira aria di amicizia, di sensibilità, di ironia, di cultura .
Se pensi sia il luogo giusto per te, iscriviti e sarai un
nostro nuovo amico..



Il vascello verde ramarro di Pigiama Party


 
IndiceCalendarioFAQCercaGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 L'Arbitra

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
parsifal4

avatar

Femminile Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 20.11.10
Età : 49
Località : MB
Umore Umore : dipende

MessaggioTitolo: L'Arbitra   Mar Nov 30, 2010 9:22 pm

L’estate era soffocante, come sempre. Il sole caldo bruciava il prato rendendolo giallastro.
Tre bambini giocavano nel giardino, urlando al mondo la loro gioia di esserci.
Punti esclamativi, i bambini. Sempre all’erta, dritti, come a voler acchiappare la corda che pende dal cielo, per crescere prima, per non aver più 6 anni soltanto.
- Giochiamo a pallone, dai! – gridò Nicola, il capo.
- Sììì! – risposero in coro gli altri due: il Nano e Palletta.
Lo chiamavano tutti così, Palletta. Era rotondo come una pesca e quando sudava, il suo odore era simile al profumo del frutto. Era suo il giardino in cui aveva radunato gli amichetti. Il Nano, invece era solo piccolo, agile, scattante.
- Io sto in porta – disse il capo – quando uno segna prende il mio posto. La porta va da qui a lì – indicò con le dita ossute un immaginario perimetro.
- Va bene – nessuno aveva mai nulla da obbiettare quando lui decideva qualcosa.
Si tolsero le scarpe, i calzini, l’erba era bella da sentire sotto i piedi. Anche le magliette vennero lanciate lontano, inutili.
- Siamo tre, chi fa l’arbitro? Ci serve qualcuno che fischia – il Nano era quello più pratico dei tre – chi sa fischiare? –
- Tua mamma sa fischiare? – chiese Nicola a Palletta
- Non lo so, di solito fischia papà – rispose quello alzando le spalle.
- E chiediglielo, no!? Valla a chiamare! – ordinò un poco arrabbiato per l’ovvietà ignorata.
- Mamma, ci fai da arbitro? Fischi? – le domandò.
- Va bene ma a un patto: faccio l’arbitro e gioco, anche – disse la donna.
I tre si guardarono dubbiosi: una mamma che vuole giocare a pallone? Ma le mamme fanno le mamme, non giocano a pallone!
- Va bene – decise Nicola, era di buon umore quel giorno.
Cominciarono a giocare. Giocarono bene, anche la mamma, non era male.
Quando anche il secondo pallone volò oltre il muro dei vicini, la donna si sedette all’ombra sollevata. Oh, Gesù!, come faranno, pensò.
Malauguratamente il vicino ributtò il pallone in campo, quasi subito, i bambini felici, ricominciarono a scartarsi.
- Dov’è l’arbitra? Dai, cosa fai lì ferma!? Devi difendere – venne malamente redarguita dal capo.
Il Nano aveva buoni piedi e forza nervosa nelle gambe ma mancò il pallone e finì con un piede nello stomaco di Palletta.
- Oh, fischia, arbitra! E’ fallo! – ansimò Palletta.
- Calcio di punizione! – esclamò la donna agitando un immaginario cartellino giallo sul muso del giocatore – e ammonito! -
Palletta rilanciò, il Nano fermò il pallone col petto. Il Capo aspettava il tiro in porta, semi accucciato e con le braccia aperte.
Il Nano passò all’arbitro-mamma. L’arbitro-mamma scartò, scattò, segnò.
- Sììì! – urlarono tutti, tranne il capo.
- Bravo Cambiasso! Bel gol! Batti un cinque – urlò il Nano commentatore. E piantò una mano lurida aperta sul naso della donna. I palmi sbatterono uno sull’altro.
Il Nano guardò negli occhi della donna, stretti, indagatori.
- Sei dell’Inter, tu, vero? – chiese speranzoso.
- No, Atalanta! – volle canzonarlo la donna.
- …sei in prestito. Va bene comunque! – il Nano decise di essere poco pignolo.
Giocarono ancora. Il sole era basso, ora, il giallo era quasi arancione.
- E’ tardi bambini, a fare la doccia ché poi si mangia! – disse l’arbitra guardando l’orologio.
- Evviva! - gridarono tutti assieme – Cambiasso sa anche cucinare! -



Tornare in alto Andare in basso
http://pioggianelweekend.blogspot.com
soleazzurro
Moderatore
Moderatore
avatar

Maschile Messaggi : 1448
Data d'iscrizione : 19.01.10
Età : 69
Località : napoli
Umore Umore : direi non male....

MessaggioTitolo: Re: L'Arbitra   Mar Nov 30, 2010 11:51 pm

Non nascondo che sto ridendo ....e mi sono divertito tantissimo, gustando le immagini rese mirabilmente da Parsifal, con la leggerezza che credo sia una sua caratteristica.

Un quadretto simpatico, gioioso, pieno di vitalità.
Si legge tutto di un fiato , apprezzando i dialoghi ed il ritmo veloce..

Stupenda l'immagine dei bimbi che cercano di acchiappare la fune che pende dal cielo ...per crescere ( ...mi scuserai...ma te la rubo).

Tre ragazzini, un pallone ed un'arbitra giocatrice...., un pallone che si perde e ...torna, fortunatamente, in campo, una visione ottimistica della vita e magicamente incantata.

Mentre le mie dita battaono la tastiera, il mio sguardo si posa su di un puzzle ( lo mostrai a Danae, e spero lo ricordi ).....un puzzle di 2000 pezzi...., lo costruimmo per sere e sere con mia moglie ed i miei bambini ( bambini...allora, ahimè ) , un puzzle di Mordilllo.
Rappresenta un cilindro altissimo ( tre quattrocento metri ) con pareti inaccessibili....senza vie di accesso o di fuga e, sulla sua sommità e per l'intera sua estensione...un campo di calcio , perfetto , verdissimo, levifgato ed invitante.
Su quel campo 22 gocatori ed un arbitro. Non hanno altro da fare, non hanno altre possibilità che giocare e basta.
Piazzato il 1999esimo pezzo , ci accorgemmo che ne mancava uno, rimanemmo come quei calciatori, inebetiiti e senza soluzioni....

La vita di quei giocatori è tutta in quel campo ed in quel gioco, non mangiano , non bevono , non fanno altro che giocare sempre...ma, ad un certo punto, la palla va giù, dove nessuno può recuperarla ed i giocatori si affacciano a guardarla , ora cosa faranno? E' forse il senso della vita, una missione che ognuno di noi ha e, che talora, sfortunatamente, si perde come un pallone che non torna in campo lasciando il tuo essere senza senso.

Nel racconto di Parsifal ( poi perchè..Parsifal...?? ), la cosa è diversa:sii gioca e poi si scopre che la vita non è tutta nel gioco, " Cambiasso" sa anche cucinare ed ai bimbi affamati e stanchi, ai bimbi che vogliono acchiappare ( bello il verbo nel contesto ) la corda che li avvicina al cielo una buona colazione non dispiace affatto dopo le fatiche sportive.

Ho trovato il racconto molto simpatico ed originale, mi ha strappato un sorriso di cui sentivo il bisogno....proprio come quei giocatori che hanno perso la palla o quei bimbi che cercano di acchiappare quella fune che scende dal cielo sotto gli occhi della mamma arbitra e giocatrice ...dell'Atalanta.
Tornare in alto Andare in basso
Enim
MM
MM
avatar

Maschile Messaggi : 1143
Data d'iscrizione : 19.01.10
Età : 57
Località : prov. di Napoli
Umore Umore : ..............

MessaggioTitolo: Re: L'Arbitra   Mer Dic 01, 2010 4:06 pm

mi perdonerai Parsifal se non sono capace di commentare, scrivere, usare le parole come solo il nostro Soleazzurro sa fare....
Ma voglio dirti lo stesso, semplicemente, che il racconto mi è piaciuto davvero, si è fatto leggere tutto d'un fiato... belle le immagini.... mi hanno fatto ricordare di quando da bambino giocavo a pallone con i compagni e usavamo le stesse parole:
Citazione :
- Io sto in porta – disse il capo – quando uno segna prende il mio posto. La porta va da qui a lì – indicò con le dita ossute un immaginario perimetro.
- Va bene – nessuno aveva mai nulla da obbiettare quando lui decideva qualcosa.
Ma non è stato un ricordo malinconico... bensì un ricordo gioioso...e, anche a me, ha strappato un sorriso.....


Enim
Tornare in alto Andare in basso
parsifal4

avatar

Femminile Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 20.11.10
Età : 49
Località : MB
Umore Umore : dipende

MessaggioTitolo: Re: L'Arbitra   Gio Dic 02, 2010 10:17 pm

siete gentili e i vostri commenti sono come un 8 nel tema di italiano (...che, peraltro, non ho mai avuto...).
rincuorano.
grazie.
Tornare in alto Andare in basso
http://pioggianelweekend.blogspot.com
soleazzurro
Moderatore
Moderatore
avatar

Maschile Messaggi : 1448
Data d'iscrizione : 19.01.10
Età : 69
Località : napoli
Umore Umore : direi non male....

MessaggioTitolo: Re: L'Arbitra   Ven Dic 03, 2010 2:29 pm

...nemmeno io....., nemmeno io ho mai avuto 8 al tema...pare che i professori non accettassero il mio non accettare l'ovvio ed il banale...le lezioncini e le morali comuni...., ma ho preferito sempre un cattivo giudizio al dovermi "appiattire " sulleidee degli altri...date per verità assolute. Lo spirito critico e la libertà di idee vale ben più di un otto...

Una sola volta ebbi i complimenti. Capitò alla maturità quando sostenni una tesina su Leopardi e mi rifiutai di parlare del famoso " pessimismo" leopardiano..., parlai della sua visione ottimistica della vita e della grande gioia che provò nel vivere un amore, forse l'unico della sua vita da Uomo, con una nobildonna napoletana.

Mi andò bene solo perchè il presidente della Commissione era anch'egli un pochino folle e fuori dal coro...., poi sarebbe diventato senatore ....ma di quelli che pensano ed agiscono per il bene comune.

Quel famoso preside si chiamava Ettore di nome ( ometto il cognome ) , lo ritrovai, circa 20 anni dopo, per caso ad una manifestazione di partito, una festa , e mi presentai con notevole faccia tosta...., ricordava tutto di me e dell'originaità del mio modo di pensare, ricordava ancjhe il nome ed il cognome e fu felice, io più di lui, di sedere con me per mangiare insieme " fagioli alla messicana".

====================================================
Ero figlio di contadini , a casa mia si parlava solo dialetto, la scuola mi respingeva perchè non parlavo e scrivevo come i figli " dei dottori"..., strana scuola che promuoveva chi già sapeva e non curava chi aveva bisogno della Scuola...era , come diceva don Milani, una scuola da paragonare ad un ospedale che cura i sani ed abbandona i malati.

====================================================

Trascorrevo le estati a riparare ...., finchè no ebbi la fortuna di conoscere una grande insegnante , imparentata al presidente De Nicola.
La sig.ra De Nicola mi disse : " tu non sei inferiore a nessuno, se vuoi dimostralo devi leggere e leggere e poi leggere ancora". Allora comicia a leggere senza fermarmi mai , di tutto, finoa rovinare la vista.

=====================================================

In questo sito ho conosciuto tante persone , anzi dico quasi tutte, che hanno grandi doti di sensibilità e capacità poco espresse.
Anche poeti in erba, qualcuno usa le rime e le tecniche, altri esprimono la grande poesia che solo i cuori nobili sanno esprimere,

Ho conosciuto persone che esprimono poesia vera in un click fotografico, altre nella grafica, altre nella poesia, qualcuno nella prosa.

In un mondo che non legge più e poco scrive, è grandemente meritorio quello che da piccoli dilettanti facciamo.

====================================================

Personalmente ricomciai a scrivere poesie ( diciamo così...) per un banale concorso cui partecipai dopo aver conosciuto una ragazza, Sabrina , alla quale ho voluto e voglio molto Bene , per le sue vicende umane.
E poi....Danae....che mi convinse....a non distruggere più ciò che scrivevo....cosa che facevo da sempre

==================================================

Ci siamo aiutati l'un l'altro..., talora litigando...., talora diividendoci, ma io spero che si possa tornare a quel grande gruppo che riuscimmo a costituire e che trovò il suo massimo splendore al genitliaco della nostra " capa "attorno a...prelibate pietanze.

=====================================================

A Parsifal ,che tutti apprezziamo ,e che dimostra di valere bel oltre un otto scolastico, sia per idee originali sia per il suo modo delicato e lieve di esprimerle, dico di continuare a scrivere i suoi racconti e, sentirsi tra amici veri e sinceri, tra persone che amano il bello in ogni forma venga espresso.

E....aspettarsi anche qualche critica....se dovesse capitare...., critica mai malevola...

Ps: è gia capitato per l'uso....di un verbo in un contesto di una poesia..." annusare"....

....Danaeeeeeeee...rispondi ora.....litighiamo un poco !!!!!!
Tornare in alto Andare in basso
parsifal4

avatar

Femminile Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 20.11.10
Età : 49
Località : MB
Umore Umore : dipende

MessaggioTitolo: Re: L'Arbitra   Ven Dic 03, 2010 9:57 pm

mi piace che tu apprezzi la leggerezza del mio scrivere.
mi piace scrivere di bambini e piccole cose, quelle che sfuggono in questa vita da centometristi che facciamo tutti.
mi piacerebbe poter avere il tempo di fermarmi, studiare e scrivere, ma non si può.
c'è la casa, la famiglia, il lavoro e poi se non avessi tutti questi stimoli forse non saprei di chi scrivere.
mi piace avervi come lettori.
un bacio.
Tornare in alto Andare in basso
http://pioggianelweekend.blogspot.com
soleazzurro
Moderatore
Moderatore
avatar

Maschile Messaggi : 1448
Data d'iscrizione : 19.01.10
Età : 69
Località : napoli
Umore Umore : direi non male....

MessaggioTitolo: Re: L'Arbitra   Mar Dic 07, 2010 4:30 pm

il piacere dello scrivere deve restare piacere e non deve sottrarre tempo ai nostri affetti ed ai nostri impegni e poi mai farlo senza " ispirazione"...per il solo gusto di fare qualcosa...

Io da tempo non ho ispirazioni valide...ma aspetto...torneranno.., l'importante è che tu sappia che quando ti va di donarci qualche racconto o pensieri, troverai amici che ti leggeranno con interesse.
Tornare in alto Andare in basso
parsifal4

avatar

Femminile Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 20.11.10
Età : 49
Località : MB
Umore Umore : dipende

MessaggioTitolo: Re: L'Arbitra   Mar Dic 07, 2010 8:46 pm

...e di questo vi ringrazio... non è poi così ovvio, sai?
Tornare in alto Andare in basso
http://pioggianelweekend.blogspot.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: L'Arbitra   

Tornare in alto Andare in basso
 
L'Arbitra
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Il vascello verde ramarro di Pigiama Party :: C'era una volta-
Andare verso: